ANTONIO AVENOSO

Antonio Avenoso è nato a Melfi nel 1954. Ha esordito nel 1977 con la raccolta di versi
Metamorfosi ”, Fensore, cui hanno fatto seguito, nel 1981, “ L’acqua è uno specchio ” (Seledizioni, Bologna).
Con la casa editrice bolognese si affida ai suggerimenti del poeta Massimo Scrignoli.
Nel 1985 ha pubblicato “ Una notte attraversando un sogno ”, edizioni di Ubù Roi, Rionero in Vulture, con presentazione dello scrittore e saggista Raffaele Nigro.
Poema disperato ” (1986), edizioni di Ubù, litostampa Ottaviano, Rionero in Vulture, è il suo quarto libro con prefazione del poeta Mario Maranci e disegni del pittore Pasquale Ciliento.

Da nessun luogo e dal mondo ”, esce per i tipi di Tarsia nel 1988, la presentazione è dello scrittore e poeta Leonardo Mancino.
All’interno dalla raccolta disegni dei pittori Giovanni Cafarelli, Nicola Filazzola, Felice Lovisco.
La raccolta di versi “ Il viaggio a Gerusalemme ” viene pubblicata nel 1990.

Comunione del vero sentire ”, entusiasma la Poetessa Maria Luisa Spaziani che lo candida al Premio Montale, uscirà per Tarsia Edizioni nel 1991.
Seguiranno nel 1993 “ L’azzurro del cielo ”, edizioni ARCI insieme alla Unione Italiana Sport per tutti.
Invia dei versi al poeta Philippe Jaccottet incontrato a Torino in occasione del premio Internazionale Eugenio Montale e nel 1996 viene data alle stampe la raccolta: “ Nessuno può sbagliare il calcio di rigore ”, proprio con una testimonianza del poeta Jaccottet, e un’antologia critica con scritti dello scrittore Raffaele Nigro, del poeta Mario Maranci, del poeta Leonardo Mancino, della poetessa Anna Ventura, dello scrittore Luigi Amendola, del poeta Luigi Manzi, del poeta Plinio Perilli.
Nel 1998 per Libria edizioni, Melfi, nella collana Babele, “ Ascolta il canto ”, il libro è impreziosito da cinque disegni originali di Pasquale Ciliento.
È nel 1998 che lo scrittore Supercampiello Raffaele Nigro, suggerisce all’editore Piero Manni, la pubblicazione della raccolta “ Imperatore del vento ”, Manni editore, Lecce, nota di Plinio Perilli e Raffaele Nigro.
Seguono nel 1999: “ Breve tempo di guerra ”, edizioni Libria, collana Babele.
Nel 2002, viene ristampato “ Da nessun luogo e dal mondo ”, Melfi, Arti Grafiche Vultur, in copertina opera di Nicola Filazzola.

Nel 2004, “ Pensando al tempo nel richiamo del giorno ”, Libria edizioni d’Arte, Melfi, copertina di Dorina Finardi.

Atlante di luoghi e viaggi ”, ancora nel 2004, Manni editore, San Cesario di Lecce, collana Pretesti, in copertina opera del pittore Felice Lovisco.
La donna della lontananza ”, 2004, in copertina opera di Michele Ascoli.
Nel 2007, “ Dio sulla strada ”, Laruffa editore, Reggio Calabria, collana Mimose, introduzione di
Maria Festa.
Imperatore del vento ”, Manni editore, San Cesario di Lecce, 2008, viene ristampato con note del poeta Plinio Perilli e dello scrittore Raffaele Nigro, la copertina viene realizzata con un’opera del pittore Luca Alinari.
Nel 2009 il Premio Penisola Sorrentina con Presidente di giuria Edoardo Sanguineti. L’editore Spring di Caserta pubblica “ Penisola e sogni ”.
Per Thauma edizioni, Pesaro, esce nel 2011, nella Collana Poetica Itinerante, “ Un poeta ricomincia daccapo ”.
Nel 2012 è presente nell’antologia Via Francigena, un itinerario di poesia, a cura di Rina Gambini per conto de Le edizioni del Porticciolo, La Spezia.

Edita dall’Associazione Culturale Lucani Art, nel 2012: “ Graffiare le ore del cuore ”. Collana scritture in metamorfosi, San Severino Lucano.
Versi dell’uva al vino ”, ( Panda edizioni, Padova ), è del 2013, presentazione di Angioletta Masiero.
Prima del paesaggio ”, è stato pubblicato dall’editore Fermenti di Roma nel 2014. In copertina un’opera del pittore Luca Alinari.
L’incontro ad Aliano con Franco Arminio e nel 2014 a Trevico come socio della Casa della Paesologia e Comunità Provvisorie, rafforzano la Sua indole a scrivere di luoghi, paesi, paesaggi, incontri intellettuali.

Per l’editore Ilfilorosso, Cosenza, con la prefazione di Luigina Guarasci, esce nel 2015 “ La felicità del gioco ”. In copertina un’opera dell’artista Maria Cristina Ballestracci e lo scatto fotografico di Raffaella Evangelisti.
Nel 2015 è presente con suoi versi nell’Antologia Poetica: “ Già il mare rimbomba e abbandona messaggi in bottiglie ”, il filorosso editore, Cosenza.

Nel 2016, la voce teatrale e profonda di Caterina Pontrandolfo, accompagnata dai suoni del chitarrista Paolo Del Vecchio e dal percussionista Francesco Paolo Manna, interpreta alcune sue poesie nell’ambito del concerto “ Lucania in canto ”.

Per le edizioni Ferula Ferita e edizioni maingauche, Altamura, nel 2016 è stata pubblicata la raccolta “ Danzante la terra ”, con la prefazione di Donato Emar Laborante, illustrazioni e realizzazione grafica di Agnese Fatou Giordano, copertina del pittore Pasquale Ciliento.
Sempre in questi anni, alcune sue poesie sono state interpretate dalle attrici: Nicole Millo, Tonia Bruno, Valeria Vaiano, Caterina Pontrandolfo. Con l’attrice il poeta inizia una collaborazione artistica che vede impegnata l’attrice in performance su testi del poeta tratti dall’opera “ La felicità del gioco” e ancor prima nel 2015 da alcune poesie che Avenoso sta scrivendo sui paesi dell’area interna della Lucania, Calabria e Campania.
Nel 2016 è presente nell’antologia “ Rifaccio il cammino dei sogni ad uno ad uno ”, edita dalla casa editrice Il filorosso di Cosenza e sempre nello stesso anno e per la stessa casa editrice è presente con suoi versi nell’antologia “ Trenta autori per trent’anni ”.
Sempre nel 2016 alcune sue poesie corredate da note critiche letterarie compaiono nel libro di Antonio Donadio: “ Calcio d’autore ” da Umberto Saba a Gianni Brera: il football degli scrittori, Editrice La Scuola, Milano.

Per l’editore Giannini di Napoli, la raccolta di poesie “ Aliano ” collana i Calanchi, foto interne di Franco Lancio è del 2017.
Sue poesie sono nell’antologia “ Canti e … Incanti ”, reading di poesia – Rivello per conto della editrice Universosud, 2018.
Insieme ad altri autori lucani nel 2018 sue poesie fanno parte del volume “ Anime dispari ” edito dalla casa editrice Universosud.
Nel 2018, è stata pubblicata la raccolta “ Il cuore della bellezza ” per l’editore anconetano Italic.
Nel 2019 realizza con Dolores Nicastro, Alberto Barra, Graziano Accinni, una lettura spettacolo del suo “ Versi dell’uva al vino”. Legge le sue poesie accompagnato alla chitarra da Accinni, storico chitarrista del cantante Mango. I suoi versi vengono musicati e interpretati dalla voce di Dolores Nicastro mentre il pittore Barra ripercorre sulla tela poetiche e suggestioni.
Nel 2019 è presente nell’antologia “ Questo fruscio di canneti ”, casa editrice Universosud.
Sempre per Italic pequod editore esce nel 2019 la raccolta di versi “ L’inerte estraneità alle
cose ”.
Antonio Avenoso è membro di giuria del Premio Internazionale di narrativa e saggistica Carlo Levi.